•  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 1
  •  
    2
    Shares

Forse non lo usate molto perché siete più tipi da Instagram. Pinterest però è un’ottima piattaforma di promozione tramite immagini. Vediamo come funziona e come si utilizza.

Pinterest, il social network anomalo

Possiamo dire che Pinterest è un social network anomalo, almeno in apparenza, almeno per quanto riguarda il panorama del nostro Bel Paese.

In molti non lo utilizzano, o addirittura non ne conoscono nemmeno l’esistenza. Questo perché è poco pubblicizzato e poco utilizzato dagli influencer, ma ha un grandissimo potenziale. Non a caso è definito il social network delle ispirazioni, pertanto merita di essere studiato.

La sua storia …

Pinterest nasce nel 2010. Si instaura come un social in cui poter raccogliere le proprie immagini in board, ovvero in cartelle per interesse o argomento.

Le foto possono essere selezionate tramite i Pin. Praticamente vengono salvate dagli utenti in maniera semplice ed efficace, a differenza di Instagram dove i like sono diretti, ma il salvataggio immagini risulta più macchinoso.

Può sembrare un banale contenitore di immagini, ma c’è di più e lo scopriremo più avanti.

Come attivare l’account

Prima di tutto ti basterà andare sul sito ufficiale o scaricare la app. Da li, come per ogni altro social, potrai creare la tua pagina profilo e potrai decidere se essere un utente privato o business.

Niente di nuovo: anche su Facebook e Instagram puoi scegliere che tipo di profilo avere, e averne anche diversi in base alle tue esigenze. Su Pinterest però potrai anche avere accesso a strumenti utili per aumentare il traffico sul tuo sito. Un esempio? Poter inserire il link all’articolo del tuo blog all’interno della foto pubblicata.

pinterest e altri social
Pinterest può sembrare un banale contenitore d’immagini, ma è per certi aspetti migliore di Facebook e Instagram

Andiamo per gradi e vediamo il secondo step post iscrizione. Scegliere i principali temi che ti appassionano tra quelli proposti direttamente dall’applicazione. A cosa serve questo passaggio? Beh, a far sì che Pinterest possa proporti contenuti sulle tue corde. Questo significa che anche ciò che proporrai tu verrà proposto ad utenti che hanno i tuoi stessi interessi.

Da questo momento in poi, ogni volta che aprirai la app o il sito vedrai ciò che può ispirarti per interesse oppure fare una ricerca nel banner in alto con la lente d’ingrandimento.

Potrai modificare il tuo account e i tuoi interessi in qualunque momento. Come fare? Tramite la dashboard che si trova sulla destra della schermata Home. Clicca sull’icona a forma di matita e il gioco è fatto.

Cosa sono Pin e Board di Pinterest?

I Pin sono i salvataggi delle mie ricerche su Pinterest. Ogni immagine o contenuto salvato andrà poi inserito in una Board, ovvero in una bacheca che conserva i contenuti per argomento o interesse.

Una volta effettuato il salvataggio potrai ricontrollare i contenuti in qualunque momento in modo semplice e veloce.

La Board può essere creata dal profilo, cliccando sull’immagine a forma di croce, oppure nel momento del pinnaggio di un contenuto, quando l’app ti chiederà “Dove vuoi salvare?”.

La bacheca potrà anche essere resa segreta. Infatti, le bacheche possono essere consultate da tutti gli utenti che consultano il tuo profilo. Se non vuoi che alcuni dei tuoi interessi vengano resi pubblici, allora potrai rendere la Board accessibile solo a te, o a chi ha possibilità di accedere a Pinterest con il tuo profilo.

Torniamo ai Pin…

Il Pin non è altro che una graffetta virtuale con la quale metti il segno sulla pagina o sul contenuto che vuoi ricordare o consultare in seguito.

Come utilizzare questa puntina virtuale? Semplice! Dovrai navigare all’interno del social e salvare l’immagine che ritieni più interessante, inserirla nella bacheca di riferimento e il gioco è fatto. Quando accederai al tuo profilo troverai il contenuto li pronto ad aspettarti.

Potrai tu stesso caricare delle immagini o dei contenuti multimediali da condividere e lasciar pinnare da altri utenti. Come fare? Genera una bacheca, clicca sull’icona a forma di croce e seleziona l’opzione “crea pin”.

pinterest graffetta
I Pin non sono altro che graffette virtuali.

Potrai caricare una tua immagine, oppure quella di un sito. Pinterest in questo caso utilizzerà e mostrerà anche automaticamente la fonte e il link di riferimento.

Scrivine una descrizione per una maggiore visibilità sui motori di ricerca. Deve essere esaustiva e spiegare bene, nella sua brevità, di cosa tratta il contenuto. Meglio si riuscite a scrivere qualcosa che attiri chi guarda a cliccare sull’immagine, nel caso vi venga aggiunto un URL di riferimento.

Adesso vi starete chiedendo: A cosa serve Pinterest?

E’ un vero e proprio collante di contenuti visivi. Si tratta di uno strumento utile a scovare le nicchie d’interesse e a dare spazio a contenuti meno noti e spesso poco glamour.

Mi spiego meglio. Se Instagram è il social di ciò che si vede, Pinterest oltre a mostrare da la possibilità di approfondire un argomento, senza soffermarsi al mero like o alla condivisione del contenuto.

Il Pin mostra ai motori di ricerca che quella branca d’interesse è viva ed è seguita da una nicchia di persone. Per questo quel determinato argomento grazie a questa piattaforma viene indicizzato.

Non solo. La search bar dell’applicazione permette di collegarsi a contenuti presenti in altre piattaforme come Youtube o Facebook. Questo porta alla creazione delle buyer personas.

In sostanza, potrai usare Pinterest per farti un’idea più puntuale sui possibili gusti visual dei tuoi potenziali clienti e del tuo business.


  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 1
  •  
    2
    Shares