Sapete cosa sono i mandala? Se avete bisogno di un antistress ve li consiglio caldamente, perché aiutano a stimolare la creatività, rilassando mente e corpo.

Cosa sono i mandala?

Nella tradizione simbolica della religione buddista e induista sono disegni che rappresentano il cosmo. Sono intrecci di fili, quindi disegni realizzati su un telaio, oppure di linee che vengono dipinti su tele e stoffe. Il mandala è un simbolo spirituale e rituale che rappresenta quindi l’universo in cui viviamo che rappresenta una vera e propria forma d’arte, che focalizza la sua attenzione sullo spazio sacro per aiutare la meditazione.

mandala
Mandala antistress – Il disegno circolare che aiuta a rilassarsi colorando

Mandala come rimedio contro l’ansia

Va da sé che visto il significato stesso di questi disegni, la pratica alla pittura dei mandala è utilizzata come antristess. Il disegnare tutte queste linee circolari i cui punti convergono tutti al centro crea un senso di pace ed equilibrio in chi li disegna o dipinge. Aiuta a ricaricare le energie costringendo la mente a concentrarsi solo su quelle linee anziché su ciò che ci accade dintorno.

Come si disegna un mandala?

Ci sono molti modi diversi. Gli strumenti con cui si può creare un mandala sono i più disparati: infatti, possono essere creati non solo con la matita, ma anche con le foglie, i sassolini, oppure le conchiglie. A prescindere dal materiale utilizzato, il mandala ci insegnerà a gestire i confini accettandone anche gli eventuali limiti.

Ma non solo…

Questa pratica antistress migliora la capacità d’attenzione sviluppando la creatività del soggetto coinvolto. Inoltre, migliora l’intuito e aiuta a mantenere la calma, migliorando la memoria, insegnando a lavorare con pazienza e senza fretta.

Alla base dello schema di questi disegni c’è il cerchio che rimanda alla perfezione e al tema del ciclo della vita. Colorare gli spazi di questi cerchi e delle figure inscritte nel cerchio principale aiuta a trovare l’equilibrio mentale che si perde vivendo le situazioni tipo della vita di ognuno di noi.

I colori cambiano la vita

Il disegno e la pittura in genere rientrano anche in una pratica che si chiama cromoterapia. Si tratta di una medicina alternativa non scientifica e non verificata che utilizza i colori per curare determinate patologie. Nello specifico è usata insieme ai mandala nella psicoterapia e in genere da coloro che lavorano in campo psicologico.

mandala
La ruota dei colori usata in cromoterapia

Il primo fu Jung

Il primo psicologo e psicoterapeuta che utilizzo queste due discipline per curare i suoi pazienti affetti da disturbi mentali fu Carl Gustav Jung, che si accorse di come grazie alla pratica del disegno e della pittura i suoi pazienti riuscissero ad esplorare la propria vita interiore, facendo riemergere anche i propri sogni ad esso legati.

La colorazione dei mandala permette di capire quale rapporto ha la persona con i suoi limiti, se si concede di sbagliare. Inoltre, può anche rilevare come si suddivide il tempo e come si valuta se stessi. Per questo può aiutare a ristabilire l’ordine interiore e a ritrovare il proprio potenziale creativo.

Se vuoi anche tu iniziare a disegnare e colorare i mandala per ritrovare relax ed equilibrio interiore, ti consiglio di acquistare uno dei libri prestampati in cui troverai moltissimi disegni (non solo a matrice circolare). Con l’aiuto di questo sistema molte persone sono riuscite a risolvere molte loro problematiche interiori, ritrovando il tempo per se stesse, accrescendo anche la loro autostima e creatività.

Perciò, perché non provare?

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.