Sapevate che esistono i finti influencer? Chi sono? E perché si spacciano per chi non sono? Vediamolo insieme in questo articolo, utile soprattutto a coloro che hanno un’azienda e che stanno cercando una figura che li aiuti a sponsorizzare i loro prodotti e servizi.

Finti Influencer: diffidate delle imitazioni

Questo articolo è per tutti coloro, aziende e/o liberi professionisti, che stanno pensando di utilizzare un influencer per creare engagement ai loro profili social e quindi aumentare le vendite.

Sappiate che molti sono finti influencer, quindi, prima di affidarvi ad uno di loro studiate il loro lavoro e poi decidete con cognizione se utilizzarli come strumenti di marketing per la promozione dei vostri prodotti o servizi, o ancora se creare con loro collaborazioni per aumentare contatti e visibilità.

finti influencer trucchi per riconoscerli
Sapete come riconoscere i finti influencer? Vediamone alcuni in questo articolo dedicato.

Come si riconoscono? Ve lo spieghiamo strada facendo in questo articolo. L’importante è che teniate presente che ora come ora, soprattutto su Instagram esistono aziende che puntano a vendere followers, like e interazioni fasulle. In gergo si dice che questi finti influencer boostano il proprio profilo per rendersi più appetibili ad eventuali clienti e farsi pagare per pubblicare post e storie.

Consiglio numero 1

Controllate sempre gli insight del profilo dell’influencer che state pensando di contattare per una collaborazione o per un adv. Come fare a farlo? Chiedete al diretto interessato!

Gli insight sono un potente strumento di analisi, che mette in risalto caratteristiche come il sesso, l’età, la provenienza geografica, etc. Dati che possono aiutarvi a capire come e quanto realmente quella persona o quel profilo influenzano il vostro pubblico di riferimento.

finti influencer e insight di instagram
Controllate sempre gli insight di instagram, in questo modo avrete dei dati certi del loro lavoro e del loro seguito.

Un vero influencer non avrà alcun problema a mostrarvi questi dati. Anzi, sarà sua premura mostrarvi il suo potenziale in termini non solo di contenuti, ma anche di numeri. Se questa persona si rifiuta di mostrare i propri insight oppure i dati vi risulteranno strani (es. troppi like per pochi commenti, o pochi like per numero di followers), beh chiedetevi se quello che avete di fronte non sia uno dei tanti finti influencer sul web.

Quando i like non corrispondono

Esatto, se i like sono pochi, ma i followers sono migliaia, allora siamo di fronte ad un potenziale fake. Vero è che adesso si può non mostrare il numero dei like, ma l’algoritmo di Instagram non mente. Per questo, se vedete che un influencer con migliaia o milioni di followers in realtà interagisce poco con chi lo segue allora è il suo è un profilo che in realtà non influenza nessuno.

finti influencer numero like per numero followers
Controllate il numero dei like e quello dei followers: i finti influencer hanno migliaia di followers e pochissimi like ai post.

Molti potrebbero dirvi di essere vittima di un fenomeno di shadow ban, ovvero una specie di penalizzazione da parte dell’algoritmo di Instagram, che limita e/o nasconde i post pubblicati alla sua community di riferimento.

Il fatto è che se un contenuto è di qualità, Instagram lo premia e lo mette in esplora e sono quelli i veri profili da utilizzare per collaborazioni o altro. Se un profilo con più di 50000 followers non ha nemmeno un post in esplora allora sono finti influencer.

I finti influencer non compaiono su Google

Trucchetto: prendere il profilo che state pensando di contattare per promuovere i vostri prodotti. Cercatelo su Google dal vostro desktop. Se sarà visibile senza dover fare l’accesso ad Instagram vi basterà passare il mouse sulla foto: se diventa più scura vedrai il numero esatto di like e commenti.

A questo punto dovrai solo controllare che non vi siano interazioni sospette. Infatti, molto spesso alcuni profili Instagram per aumentare i loro dati in percentuale di engagement utilizzano dei bot che generano commenti ai post. Peccato che questi commenti siano fake come i finti influencer che li usano.

Torniamo a ciò che si è detto prima: se un profilo ha un numero altissimo di followers e un basso numero di like potrebbe però essere attendibile perché ha un alto numero di commenti ai post. I commenti però devono essere inerenti al post e non devono avere un testo fittizio o peggio ancora scritto con soli emoji.

Questo fenomeno si chiama comment booming ed è l’ultima trovate delle agenzie online che vendono servizi per aumentare le interazioni, i like e i followers di chi li paga. Se vi va di approfondire ne parliamo in un prossimo articolo.


Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.