•  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 1
  •  
    2
    Shares

Chi non è cresciuto leggendo Topolino alzi la mano e se l’avete alzata magari i fumetti li avete recuperati da grandi leggendo, per esempio, Zerocalcare. Ma come nasce un fumetto oggi? E qual è il processo creativo dietro la sua realizzazione? Risponderemo a questa e ad altre domande i creatori del fumetto Norby: Marco Ventura (sceneggiatore e letterista), Jessica Ferrero (illustratrice), Andrea Boscolo (inchiostratore de “La Leggenda degli Animali Straordinari”) e Giorgia Lanza (colorista de “La Leggenda degli Animali Straordinari”).

Chi è Norby

Ma prima spieghiamo, per chi non lo conoscesse, chi è il gatto Norby. Norby è una serie a fumetti di stampo comico nata nel 2011 (inizialmente con il nome Norberto Cuor di Gattone). Il protagonista è un buffo gattone nero oversize molto pasticcione. A toglierlo dai guai c’è sempre il suo amico Virgil, un labrador molto saggio, ma cieco che indossa degli improbabili occhiali da sole. Insieme ne combinano di tutti i colori: svelano misteri, affrontano lupi mannari, inseguono amori cavallereschi e organizzano tornei di poker clandestini.

Come nasce un fumetto
Norby e il suo amico cane Virgil, tratto dal fumetto “Norby: La leggenda degli Animali Straordinari”

Norby è nato da un’idea di Marco Ventura che possedeva realmente un gattone un po’ sovrappeso e pieno di pelo, di nome Amedeo. Ventura stava frequentando la Scuola Internazionale di Comics a Torino quando Massimiliano Valentini, suo insegnante, gli ha chiesto di realizzare, come esercizio, un soggetto comico. Nasce così la prima avventura del gatto Norberto (Norberto Cuor di Gattone) che si trasforma poi nella serie Norby. Marco e Jessica hanno deciso di iniziare a proporre il loro fumetto attraverso l’autoproduzione, presentandolo alle fiere come il Lucca Comics & Games, la serie poi ha avuto sempre più successo finché è stata acquisita dalla Shockdom.

Come nasce un fumetto
Il gatto Amedeo ha ispirato Marco Ventura per creare il personaggio di Norby

Ma ora chiediamo direttamente a Marco e Jessica di spiegarci come nasce un fumetto.

Come nasce un fumetto e quali sono le sue fasi?

Non è così dissimile dalla realizzazione di un film, se uno ci pensa. Generalmente, si parte sempre dall’idea della storia. Da uno spunto. Talvolta, può essere persino uno schizzo o un evento accaduto.
Il primo step è quindi la scrittura, con il soggetto e poi la sceneggiatura, comprensiva di dialoghi. La sceneggiatura di un fumetto può essere estremamente complessa, perché bisogna descrivere vignetta per vignetta cosa avviene nella pagina!
E poi, comincia il secondo atto di questa magia: il disegno. Prima si realizzano i layout (disegni abbozzati di ogni pagina), poi c’è l’inchiostrazione per rendere i contorni ben definiti. Poi si mette il colore e infine c’è la parte di inserimento dei dialoghi, ovvero il lettering.

Come nasce un fumetto
Un esempio di come da una riga di sceneggiatura si passa alle vignette

C’è da dire che gli autori unici (che realizzano storie e disegni) talvolta sono più anarchici in questo processo, non è sbagliato pensare che nel loro caso prima pensino ai disegni e dopo a scrivere i dialoghi per esempio, o un mix dei due. Ma sono abitudini, l’importante è il risultato finale! Il poter suddividere le lavorazioni tra vari artisti però ha l’effetto di velocizzare enormemente la realizzazione del fumetto, lavorando quasi a “catena di montaggio”.

Che strumenti utilizzate per Norby?

Per Norby, in un mondo ormai tutto digitale, utilizziamo invece una tecnica “mista”, in particolare nell’ultimo libro ovvero “La Leggenda degli Animali Straordinari”.
Jessica Ferrero, la disegnatrice storica del fumetto, di solito parte con le bozze su carta. Che poi vengono scansionate e rifinite in digitale con tavoletta grafica. Andrea Boscolo ripassa poi i disegni con chine digitali e infine Giorgia Lanza, la colorista, completa l’opera, anche lei digitalmente, aggiungendo i colori.
Il lettering, invece è realizzato da me (Marco Ventura – NdR) che sono anche letterista e book designer. Il lettering è un processo che viene fatto ormai nel 100% dei casi a computer, per essere subito pronti per la stampa.

Norby - Il Norberto Innamorato - Vignetta dettaglio
Una scena tratta dalle vignette di: Norby – Il Norberto Innamorato

Una curiosità? La prima sceneggiatura è stata scritta tutta a mano su un mega quadernone. Very old school!

I consigli per diventare fumettista

Chiudiamo l’intervista su come nasce un fumetto chiedendo a Marco Ventura e Jessica Ferrero qualche consiglio per chi vuole diventare fumettista oggi.

Come direbbe il Maestro Yoda… Pazienza. Molta pazienza. Allenarsi tantissimo, sia nella scrittura che nel disegno. Quotidianamente. Essere eclettici e saper accettare le critiche e i “no”, soprattutto all’inizio. Imparare dai rifiuti, non viverli come una sconfitta o invidia nei confronti di altri, ma come momento per crescere e innovare il proprio stile e le proprie idee. Leggere moltissimo e, soprattutto quando si muovono i primi passi, copiare tantissimo, dai grandi maestri agli autori in generale preferiti. Perché a furia di copiare, con il tempo, emergerà l’originalità di ciascun autore.


  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 1
  •  
    2
    Shares