• 2
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 1
  •  
    4
    Shares

Gli impegni di ognuno di noi aumentano man mano che la nostra vita va avanti. Per una gestione del tempo efficace e trovare un equilibrio tra casa, lavoro, amici e famiglia un consiglio utile che possiamo darvi è quello di farvi un’agenda planner.

Perché tenere un’agenda planner

Tenere un’agenda permette di dare libero sfogo alla propria creatività e di organizzare il proprio tempo tenendo nota di tutti gli impegni da portare a termine a fine giornata o a fine mese.

L’aspetto della creatività, ovvero utilizzare penne e pennarelli colorati o disegnini tattici per identificare le tipologie d’impegno per importanza, rende più piacevole alla vista la nostra agenda planner e migliora la nostra organizzazione.

agenda planner creativa
L’aspetto della creatività è molto importante per quanto riguarda l’agenda planner che ha una struttura molto particolare.

L’idea è quella di trovare un sistema che a colpo d’occhio ci aiuti a capire come muoverci durante la giornata. Quindi il consiglio è anzitutto quello di acquistare un’agenda che vi piaccia esteticamente e di scegliere i tipi di colori da utilizzare per sottolineare o bannare gli impegni in modo efficace.

Altro beneficio dell’avere un’agenda planner è che possiamo usarla per tenere nota dei nostri progressi in diversi ambiti. Ad esempio se stiamo seguendo una dieta o una cura per migliorare il nostro aspetto fisico, possiamo scrivere giorno per giorno come ci sentiamo o cosa mangiamo, facendo una stima a fine di ogni mese e vedere se si è migliorati e peggiorati.

Agenda e agenda planner

Abbiamo parlato di agenda planner. In principio però c’era solo l’agenda. Qual è la differenza? Una semplice agenda è strutturata come un diario: al suo interno ci sono pagine singole che vedono i giorni susseguirsi uno dopo l’altro. La visione d’insieme del mese è un pò difficile in questo caso, ma è ancora un sistema organizzativo utilizzato ad esempio dagli studenti per prendere appunto dei compiti da svolgere per quel determinato giorno.

L’agenda planner invece ha una struttura diversa. Anzitutto ad inizio di ogni mese ha una tabella calendario con il totale dei giorni presenti in quel mese. In quella tabella si possono annotare compleanni e ricorrenze per vederle subito al momento della consultazione.

Seguono i giorni del mese uno per uno, ma a differenza dell’agenda classica, questa volta sono strutturati 2 o 4 per ogni pagina, in modo da avere su due pagine aperte a libro la visione dell’intera settimana.

L’agenda planner è uno strumento di crescita personale che da grande soddisfazione e aiuta a creare traker personali con obiettivi mensili o settimanali da portare a termine.

Le to do list

All’interno di un’agenda planner spesso, a fine di ogni settimana o di ogni mese, trovate alcune pagine vuote o strutturate per creare delle TO DO LIST. Stiamo parlando di liste in cui scrivere le cose da fare, non necessariamente in ordine d’importanza, molto utili per concentrarsi più facilmente sui compiti da svolgere durante la giornata o la settimana.

agenda planner to do list
Un esempio di tabella TO DO LIST, con i quadratini da bannare una volta svolte le “missioni giornaliere”.

Vedere per iscritto in una lista le cose da fare ci farà procedere speditamente e ci aiuterà a portare a termine i vari obiettivi senza perdere tempo. Anche per questo è consigliabile sempre non mettere troppa carne al fuoco, ovvero fare to do list brevi, con obiettivi realizzabili, senza mai andare oltre la settimana. Le to do list non sono fatte per programmare obiettivi mensili.

Diciamocelo: quanto è bello eliminare dei compiti da una lista? Ci dà l’impressione di essere a posto con noi stessi. Ecco perché un altro consiglio che vi diamo è quello di creare delle liste (sempre che la vostra agenda non abbia già delle pagine adibite a questo compito) in cui scrivere le cose da fare giorno per giorno, con accanto un quadratino che bannerete una volta svolto il compito.


  • 2
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 1
  •  
    4
    Shares