•  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 1
  •  
    2
    Shares

Quando parliamo di branding sentiamo tantissimi termini di dubbio significato. Che cos’è il branding? E il brand? E cosa vogliono dire tutti i loro derivati: brand identity, brand awareness, ecc? Ecco un piccolo glossario del branding per cercare di fare un po’ di chiarezza sulla questione.

Branding e Brand

Innanzitutto partiamo dalle basi. Che cosa sono il branding e il brand? Il brand è “un nome, termine, segno, simbolo, o disegno, o una combinazione di questi che mira a identificare i beni o i servizi di un venditori e differenziarli da quelli dei concorrenti”. Questa è la definizione data dall’American Marketing Association.

In italiano il Brand può essere tradotto con marca, marchio. È il filo che lega l’azienda con i potenziali clienti e consumatori. In esso c’è tutta l’identità aziendale, la sua immagine e il suo posizionamento sul mercato.

Passiamo, quindi, al Branding. Il Branding è il processo utilizzato dall’impresa per distinguersi dai concorrenti, per far conoscere le proprie idee e il proprio pensiero. Per farlo utilizza nomi, simboli, messaggi distintivi.

Punti cardine del branding: Brand identity, Brand image e Brand Positioning

Il Branding parte da tre cose fondamentali, che nel nostro piccolo glossario prendono il nome di brand identity, brand image e brand positioning.

Piccolo glossario sul branding
Brand Positioning

La brand identity è l’insieme delle cose che riconoscono univocamente il brand: il nome, i simboli, lo slogan, il jingle, il logo. Grazie alla brand identity il consumatore è in grado di riconoscere il brand. Si può tradurre in italiano con “identità del marchio”.

La Brand image, invece, è, letteralmente, l’immagine del brand. L’immagine intesa in senso metaforico. Cosa pensano i consumatori del marchio, come lo vedono?

Infine, la brand positioning è il posizionamento della marca in questione sul mercato, a confronto con gli altri brand che si occupano dello stesso prodotto o servizio.

Brand extension, Co-branding e Brand licensing

Prima di iniziare a fare branding dovremmo scegliere la politica da seguire. Anche qui abbiamo a che fare con alcuni termine che potremmo non comprendere se è la prima volta che li sentiamo. Sostanzialmente, esistono tre politiche di branding: il brand extension, il co-branding e il brand licensing.

Il Brand extension è l’utilizzo dello stesso nome per diversi prodotti di una specifica azienda. Così da rimarcare il fatto che sono tutti prodotti della stessa azienda e incoraggiare il consumatore a scegliere tutta la linea.

Quando si parla di Co-branding, invece, si intende l’utilizzo di due brand diversi per un unico prodotto.

Infine, il brand licensing è la concessione di una marca di lasciar utilizzare il proprio brand a un’altra marca, o più.

Brand Loyalty, Brand Advocacy e Brand Awareness

Parliamo ora di alcuni termini che legano il marchio al cliente.

Brand Loyalty è, letteralmente, la fedeltà ad un brand. Ovvero, il consumatore ha una preferenza verso una marca. Nello prendere un prodotto specifico sceglie esclusivamente, o quasi, quella determinata marca.

Piccolo glossario sul branding
Brand Loyalty

Possiamo considerare il Brand Advocacy come l’evoluzione del Brand Loyalty. Il cliente è così tanto fedele verso quel brand specifico da consigliarlo anche ad altri.

Infine, per quanto riguarda il Brand Awareness non si parla di fedeltà, ma di conoscenza. I consumatori ricorda perfettamente la marca in questione senza bisogno di riconoscerla attraverso un logo o un simbolo. O, al contrario, non ha bisogno di sentire il nome del marchio per riconoscerlo attraverso il logo.

Qualche altro termine

Concludiamo con alcuni altri termini legati al branding:

  • Brand Ambassador: può essere definito come il portavoce del marchio, una figura incaricata di promuovere il brand.
  • Brand Equity: è la forza della marca in questione sul mercato finanziario, a confronto con le marche che si occupano dello stesso prodotto o servizio.
  • Brand Personality: letteralmente la personalità del marchio, è il modo in cui questo si rivolge ai potenziali consumatori.
  • Brand Reputation: la reputazione del marchio, la si crea considerando la sua capacità di soddisfare le esigenze e le richieste del pubblico.

  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  • 1
  •  
    2
    Shares